Menu

Brittany Murphy come Michael Jackson: vite stroncate!

Purtroppo la notizia è andata divulgandosi con tanta velocità, annunciando dolore per la morte di una tra le giovani attrici del mondo di Hollywood. La domanda primaria che colpisce le nostre menti è solo una: si può morire per un arresto cardiaco a soli 32 anni? A trovare la brava Brittany Murphy in stato di incoscienza nella doccia è stata la madre. Intanto il preoccupato marito dell’attrice, Simon Monjack, si è opposto all’autopsia: da qui i tabloid hanno iniziato a giudicare il suo gesto e le polemiche hanno iniziato a circolare.

Sembrerebbe infatti che la giovane star sia morta per una prescrizione medica di tranquillanti potenti, tra cui il Vicodin che, come di certo ricorderete, ci riconduce proprio alla scomparsa di Michael Jackson.

In comune Jackson e la Murphy hanno anche, purtroppo, l’ospedale: l’attrice è stata trasportata al Cedars-Sinai hospital di Los Angeles, proprio il luogo in cui è morto Jackson. Che sia solo un caso?
Secondo alcuni amici Brittany soffriva di alcuni problemi di salute, ecco perché faceva ricorso ai tranquillanti: l’ultima immagine che si ha di lei su un red carpet non è stata molto incoraggiante. Era la presentazione del suo film “Across The Hall”, dove si presentò magrissima e barcollante; si diceva anche che soffrisse di disturbi alimentari, ipotesi che lei stessa ha sempre smentito.
Intanto c’è già chi le rende un saluto, come il suo ex, Ashton Kutcher, che sulla sua pagina di Twitter scrive: “Il mondo ha perso un pezzetto del suo sole. Ci vedremo in un altro posto, piccola”.
Mentre la sua cara amica 
Alicia Silvestone dice: “Ho cercato di starle sempre vicino e la nostra amicizia è stata molto speciale. La terrò sempre nel cuore e spero che riposi in pace”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *