Menu

Niente soldi per produrre i film di Natale

Durante lo scorso Natale é successo un po’ di tutto, in modo particolare a scatenare una certa polemica nel mondo del cinema é stata la notizia di un possibile contributo da concedersi al cinepanettone “Natale a Beverly Hills”.

Prima di tutto cerchiamo di spiegare che nel caso del cinepanettone, i proventi dei film commerciali sono poi utilizzati dai migliori produttori per finanziare i film di qualità; ciò che si voleva fare con tali film era la possibilità di ottenere il credito di imposta così da poter reinvestire l’anno seguente.

“Natale a Beverly Hills” era in corsa per ottenere la qualifica di “film d’interesse culturale”, e con questa però automaticamente sarebbe dovuta arrivare anche quella di film d’essai, almeno secondo la legge. Ora però arriva la decisione ufficiale della direzione Cinema del ministero: niente contributo per il cinepanettone “Natale a Beverly Hills”.
Per arrivare a tale risultato sono state chiamate in causa due commissioni, una per il riconoscimento dell’interesse culturale nazionale e l’altra per l’ammissione ai benefici di legge; dopo aver riflettuto e discusso molto di tutto ciò é stato stabilito che il film non può essere considerato né di interesse culturale nazionale, né d’essai.
La pellicola di Neri Parenti ha subito un calo di incassi di circa 2 milioni rispetto quanto fatto l’anno precedente.

Alessandra Battistini

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *