Menu

Mauro Marin vince il Grande Fratello 10

Vince la decima edizione del Grande Fratello Mauro Marin. Si conclude così l’edizione 2010 del reality show di canale 5. Il salumiere veneto si porta a casa 250 mila euro, lasciando stupore tra i telespettatori. Nessuno ci avrebbe mai scommesso su di lui, lo stesso Mauro che in casa ha litigato e discusso duramente con tutti, l’emarginato dal gioco, il ragazzo dai toni un pò insolenti che, con i suoi scherzetti, infastidiva tutte le ragazze della casa, nonché bersagli dei suoi istinti ormonali.

A vincere il Grande Fratello 2010 è stato qualcosa o qualcuno di insolito, una novità, il personaggio puntualmente in nomination, protetto e sostenuto sul web dai tanti fan che tante volte l’hanno salvato dal varcare la porta rossa. Ma Mauro quella porta rossa l’ha varcata ieri sera da vincitore, l’unico ed incredibile di questa edizione. E’ stato per tanto tempo il playboy della casa, godendo, nei primi tempi, di una stentata considerazione che, poi, è andata sempre più ad affievolirsi. Non c’è ragazza che è riuscita a sfuggire alle sue voglie irrefrenabili, ai suoi istinti carnali, tutte, chi più chi meno, sono state vittime del vincitore.

I suoi modi burleschi e da ragazzo invadente hanno, però, conquistato il pubblico da casa, portandolo alla vittoria. Gli altri tre concorrenti arrivati in finale sono, in ordine di eliminazione, Alberto, che si è aggiudicato il quarto posto, Cristina, piazzatasi al terzo e Giorgio, l’altro veneto in finale arrivato secondo.

Finito il reality, terminati i cinque mesi di permanenza all’interno della casa, ora che la porta rossa è stata chiusa definitivamente, ci si chiede cosa ne sarà del personaggio di questa decima edizione, se realizzerà il sogno di aprire una salumeria tutta sua oppure se a tentarlo sarà la sete di successo imboccando altre strade? Di certo, per il momento, entrerà nelle case di tutti gli italiani per spiegare le tante avventure vissute nella casa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *