Menu

Decreto equo compenso, la Apple applica i rincari

Pessima notizia per gli amanti e consumatori della Apple in Italia. Da poche ore infatti sono stati modificati i prezzi sull’ Apple Store Italia. E non sono modifiche al ribasso purtroppo. Infatti si tratta di alcuni aumenti, dai 3 ai 18 euro, causati dall’attuazione delle disposizione del Decreto sull’equo compenso, scritto ed emanato dal Ministero dei Beni Culturali.

Dunque il listino prezzi ha subito modifiche con aumenti ai prezzi, ma vediamo alcuni esempi di questo cambiamento dei prezzi.
+ 6 euro per un iPod Shuffle da 2 Gb, adesso a 61 euro;
+ 5 euro per l’iPod nano da 16 Gb, adesso costa 174 euro;
+ 10 euro per l’iPod Touch da 64 Gb.
L’Ipod Classic è il modello che ha subito il rincaro maggiore, con  17 euro di aumento. Limitano i danni i Mac, infatti il rincario praticamente per tutti i modelli di pc Apple, appare minimo, solo 3 euro. L’aumento di prezzo non è fissato in base al costo del dispositivo, bensì sulle capacità del supporto che verrà acquistato.

La tassa del decreto legge, salva le casse della Siae, che adesso incasserà i proventi delle vendite per esempio di Pc, cellulari, smartphone, lettori mp3. La tassazione per la Siae era già presente su masterizzatori e supporti, come Cd e Dvd.
I consumatori comunque rimangano in attesa: fra poche settimane potrebbe essere reso noto il parere della Commissione Europea sul ricorso presentato da Altroconsumo nei confronti del decreto. Chissà che non arrivino buone notizie…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *