Menu

Rubicondi contro tutti, Ventura: “Se vuole può andarsene”

E’ stato un sabato pomeriggio ricco di calcio ma soprattutto di “Isola dei Famosi” su Rai2, durante la trasmissione “Quelli che il calcio” condotta da Simona Ventura. Dopo i numerosi infortuni, addii e minacce di querele, lo show torna ad essere criticato, ma questa volta a protestare é uno dei protagonisti “indiretti”, ovvero l’inviato Rossano Rubicondi. Durante il collegamento con Nicaragua l’ex marito di Ivana Trump ha iniziato a spiegare quanto accaduto durante una prova, spiegando di essere stato vittima di un incidente: “Ho fatto la prova del gioco per far vedere ai naufraghi, qualche incompetente che lavora qui non ha messo il freno. Non può capitare. C’è gente incompetente che viene a lavorare qua. Qui si rischia di brutto. C’è gente che si è fatta male e continua a farsi male”.

I toni sono accesi e mentre la Ventura, ignara dell’accaduto, cercava di calmarlo e di trovare una giustificazione, Rossano continuava ad urlare: “Non ci sono aerei per andare in ospedale. C’è un aereo a settimana con sei posti. Siamo bloccati qui come prigionieri. Aspettavo il ghiaccio e l’ho preso al ristorante. Uno prima di me ha fatto la prova ed è andato all’ospedale per lo stesso motivo. Qui nessuno sa cosa dire. O mettiamo gente che sa lavorare, o non facciamo più giochi pericolosi. C’è chi si diverte che qualcuno si faccia male”.
E in quel momento, dopo aver sentito la pesante accusa, Simona si é scatenata: “Ci sono 120 persone che si fanno un mazzo così per portare a casa un programma che è il vanto di quest’azienda, nonostante c’è chi pensa il contrario. Difenderò sempre queste persone che guadagnano molto meno di te, Rossano, facendosi un mazzo così. Se non ti sta bene, parliamone”,
poi a collegamento interrotto con l’inviato, Simona ha continuato, “Non può gettar fango sulla produzione. Nonostante io abbia scelto Rossano e lo abbia difeso, io sarò sempre dalla parte di chi lavora”.

Alessandra Battistini

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *