Menu

Federico Mastrostefano contro l’ex Pamela: “Quando la lasciai mi minacciò”

Ciò che nasce in tv muove in tv, purtroppo sembra questa la dura e triste realtà: ecco allora che la storia d’amore che ha appassionato milioni di telespettatori, quella tra Federico Mastrostefano e Pamela Compagnucci, nata grazie al programma di Canale 5 “Uomini e Donne”, si é conclusa su Rai2, durante il reality show “L’Isola dei Famosi”.
E’ da tempo che i due erano in crisi, molto tempo prima che lui decidesse di partire e che lei, per ripicca, venisse chiamata a sostituirlo sull’Isola dopo l’uscita di lui, anche se la sua esperienza non é durata molto, vista la sua eliminazione al televoto.
L’uscita di Federico ha rappresentato l’entrata in scena di Pamela, pronta a tutto per vendicarsi dopo essere stata lasciata in diretta tv, apparentemente per un pseudo feeling con la modella Nina Senicar.

Una volta intervistato da “Visto”, Federico ha voluto parlare della sua esperienza amorosa e “lavorativa” all’Isola: “Se avessi voluto tradirla non avrei aspettato di andare in Nicaragua. In nove mesi non l’ho mai tradita e non l’avrei certo fatto davanti alle telecamere. Ero attratto dalle altre ragazze, ma non sono andato oltre. Mi riferisco. A Nina Senicar ed Aura Rolenzetti. Anche perché non facevo schifo a quelle due. Avrei potuto forzare la mano, ma mi sono limitato perché ho pensato a Pamela. A Uomini e donne ho baciato tutte le mie corteggiatrici, ma sull’ Isola ho avuto un comportamento più misurato, dettato dal rispetto di una storia che avevo vissuto”.
Poi ha continuato: “In nove mesi più volte ho provato ad allontanarmi da lei. Siamo troppo diversi, come il giorno e la notte. In passato non sono riuscito a lasciarla perché sono troppo buono e non riesco a ferire le persone. Sono stanco di essere accusato di non avere avuto coraggio prima! Tutti dovrebbero sapere che quando ci siamo lasciati in passato, sono stato costretto a subire minacce psicologiche e ricatti morali da lei. L’ ultima volta che le ho detto che tra noi era finita, Pamela ha suonato al campanello di casa mia per quattro ore di seguito. Alla fine, sono stato obbligato a staccare la corrente elettrica. Per non parlare dei messaggi che mi inviava col cellulare: mi scriveva che avrei avuto sulla coscienza il mio gesto. Mi rendo conto che è brutto raccontare queste cose, ma è la verità”.

Alessandra Battistini

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *