Menu

Manhattan: arrestato per spaccio il figlio di Michael Douglas

Corre in fretta la notizia sull’arresto del giovane Cameron Douglas, figlio del famoso Michael. Siamo nel cuore di Manhattan. Il giudice federale, Richard Berman, ha deciso che Cameron dovrà scontare una pena di soli cinque anni anziché la canonica di dieci prevista in tali circostanze, i motivi? Ancora del tutto sconosciuti. In aula non è mancato il padre Michael che, in silenzio e con tanto di vergogna ha ascoltato la vicenda di suo figlio.

Secondo le ipotesi del giudice Berman il giovane Douglas avrebbe cominciato a fare uso di droga sin da adolescente, già all’età di tredici anni. L’attore partecipa all’udienza attraverso una lettera, letta dal giudice, in cui difende il figlio imputato; il padre, infatti, pur di difendere il suo piccolo Cameron si sarebbe assunto la responsabilità di genitore negligente, poco presente e incapace di far crescere correttamente Cameron. Belle parole quelle del grande Douglas ma ormai è troppo tardi per correre ai ripari di Cameron.

E se a difendere il giovane Douglas ci pensa la lettera del caro paparino a inchiodarlo con le spalle al muro vi è l’arresto risalente a circa un anno fa’, quando Cameron venne fermato per spaccio di metanfetamine e cocaina: nel giro dello spaccio aveva un ruolo molto importante, quello di trasportare le sostanze stupefacenti dalla costa occidentale a quella orientale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *