Menu

Virus e malware nascosti all’interno dei siti porno?

A leggere i dati diffusi da Gilbert Wondracek verrebbe da dire “non tutti i siti porno sono destinati a dare piacere”. L’esperto di sicurezza informatica ha recentemente realizzato uno studio sui siti a contenuto pornografico (è chiaro che lo studio è avvenuto solo per il bene della ricerca scientifica), scoprendo che molto spesso tali piattaforme non sono altro che un covo di virus e malware.
Il professor Wondracek ha dichiarato che una percentuale da non sottovalutare delle persone che crea siti porno lo fa con un secondo fine, che non è quello di allietare un quarto d’ora di svago in ufficio ma quello di sottrarre informazioni preziose al malcapitato visitatore. Lo scopo primario di questi hacker sarà quello di accedere al conto in banca dell’ignaro utente, per poi farne piazza pulita.
L’esperto di sicurezza informatica ha creato dei siti a luci rosse ad hoc con all’interno adware, spyware e virus, dimostrando come anche l’utente più esperto non riesce a fare a meno di essere truffato da questo specchietto per le allodole 2.0.
Il professor Wondracek avverte che sarà necessario leggere con molta attenzione quello che compare all’interno dei siti a luci rosse, soprattutto pensare due volte prima di cliccare su “yes”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *