Menu

Fincantieri ritira il nuovo piano industriale: “Niente tagli”

Nei giorni scorsi avevamo parlato del nuovo piano industriale di Fincantieri: l’ente navale aveva proposto numerosi tagli, con chiusure di stabilimenti (almeno due). Ovviamente grande risalto negativo è stato dato a questo piano, da parte dei sindacati e di tutti i lavoratori che non volevano perdere il proprio posto di lavoro. A chiudere dovevano essere gli stabilimenti di Sestri Ponente e Castellamare di Stabia, inoltre ci sarebbe stato un grosso ridimensionamento anche per lo stabilimento di Riva Trigoso. A questo punto, con uno scenario veramente nero, l’amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, ha deciso di ritirare il piano industriale, dopo aver discusso con i sindacati a Roma. “Il piano presentato nei giorni scorsi non era una novità per nessuno, sono una persona che si assume le sue responsabilità ma con gli attacchi subiti da tutte le parti, da destra e sinistra, anche la mia forza viene meno. Ritiro il piano e spero che così si possano esorcizzare le tensioni”. I sindacati, insieme al ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, hanno espresso la loro soddisfazione per il ritiro del piano, che adesso andrà totalmente ridiscusso, perchè è chiaro che il futuro della Fincantieri andrà riposto su basi molto solide che possano dare garanzie ampie a tutti i lavoratori.

Pietro Gugliotta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *