Menu

Il futuro del gioco passa dalle AWP da remoto

awp gioco

Il tanto temuto avvicendamento delle slot machine era già stato previsto nella Legge Delega fiscale poi slittata nell’ultima Legge di Stabilità che aveva anche “dettato” una sorta di “step temporali” che avrebbero dovuto accompagnare l’evoluzione tecnologica delle Awp e che dovrebbero portare innovazione nel mercato dei casino online italiani e mettere il settore alla “pari con i tempi”, immettere maggiore sicurezza nei giocatori relativamente al loro uso e tranquillità superiore nel controllo delle vincite. Questo è il domani delle Awp e questo è, senza ombra di dubbio, il futuro del mondo del gioco d’azzardo. Non si può certo dire che questa “innovazione” piombi a “piè pari” nel settore e che quest’ultimo non sia già stato avvertito e pronto per questo percorso tracciato già dal “lontano” 2013!

 

Quando è comparsa questa “innovazione”, sin dall’inizio, si cercava di comprendere se la dizione “consentire il gioco solo da ambiente remoto” volesse indicare un solo modello che volesse conseguentemente cancellare la scheda del gioco presente al momento. Era indispensabile ed importante capire se il legislatore volesse proprio “cambiare il modello industriale” del comparto delle Awp, copiando palesemente quello delle Vlt, oppure se volesse solo inseguire la “totale sicurezza” del sistema.


Con le varie spiegazioni intervenute nel tempo, il settore del gioco ha percepito che l’obbiettivo del legislatore nell’inserire “solo gioco da remoto”, volesse propendere esclusivamente alla sicurezza ed alla sua innovazione: quindi, tutto dovrebbe essere fatto con questo obbiettivo e null’altro e, sopratutto, senza l’intendimento di “creare” una sorta di sistema piattaforma Vlt. Questo sistema aveva spaventato non poco tutti gli operatori che temevano fosse questo l’indirizzo nella mente del legislatore.

 

Insomma, dopo aver dribblato le “mini Vlt”, e dimenticate le paure di vario genere, la sezione costruttori di As.Tro con tutto il suo staff di ingegneri, programmatori e consulenti, ha iniziato a confrontarsi per valutare e sgrossare i temi tecnici condividendo i risultati con i gestori e con le altre associazioni che stavano effettuando percorsi bene o male analoghi e confrontando naturalmente i rispettivi risultati.
Di fronte a questo cambiamento del segmento che si può definire “epocale” senza sentirsi tacciare di usare paroloni impegnativi, è nata una forma di collaborazione con gli stessi obbiettivi ed una adesione scritta di principi di salvaguardia: prima di tutto del ruolo del produttore che porta tutta l’infrastruttura alla certificazione ed omologazione ed anche del ruolo del gestore che acquista, a sua volta, dal produttore ed anche di coloro che vanno al bar ed usano gli strumenti messi a disposizione dalla filiera.

 

Si sono tenute decine di riunioni per seguire l’evoluzione dei lavori legati al mondo dei migliori casino con slot machine, per scambiarsi opinioni ed esperienze sulla tematica del “remoto” e tutto questo costituisce un punto fondamentale per tutelare l’impresa di produzione che si candidi a costruire le Awp da remoto e l’impresa di gestione che abbia in mente di acquistare e gestire con le medesime prerogative di oggi senza dimenticare che questo “remoto” non ha nulla a che vedere con il sistema Vlt da cui è assolutamente differenziato sia tecnicamente che concettualmente. Visto che il comparto “temeva” che l’evoluzione delle Awp assomigliasse alle Vlt bisogna fare un punto fermo e tranquillizzare tutti sul fatto che le Awp da remoto sono una cosa differente e rappresentano, in ogni caso, il futuro del mondo del gioco d’azzardo ed a questo futuro bisogna guardare con occhi sereni e cuore tranquillo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *