Il settore del gioco legale dovrebbe essere rispettato

A volte potrebbe essere interessante anche disquisire “sulla normalità”, ovvero sullo svolgersi di quei lavori, magari un poco strani e che non rientrano nella cosiddetta “comune normalità”, perché ci si accorge che tante persone non si rendono ancora conto di ciò che questi lavori rappresentano e di quanto possono essere importanti per il nostro sociale. “Ci piace”, quindi, ogni tanto parlare anche del mondo dei casino online con slot machine e della sua normale organizzazione lavorativa, dell’impegno che viene profuso dagli operatori, sia da un punto di vista lavorativo che da un punto di vista economico. “Ci piace”, anche e sopratutto, spiegare a chi ancora non se ne rende conto -e si spera sia una piccola quantità di cittadini- quante difficoltà una attività ludica deve affrontare per poter operare tranquillamente: anche se il termine “tranquillità e serenità” quando si parla di mondo del gioco d’azzardo lecito sembra alquanto utopistico.


Intanto, bisogna parlare della base di tutta la democrazia, cioè la libertà di scelta e del libero arbitrio: ognuno ha il diritto di scegliere l’attività commerciale che ritiene più interessante e più consona alle proprie prerogative personali. Scegliere di operare nel gioco può essere stato giudicato un business e basta, ma oggi non è proprio così, viste le enormi difficoltà che gli addetti ai lavori incontrano in questo comparto. Ma anche se si ha un’attività ludica, forse non si è uguali a qualsiasi altra attività commerciale e non bisogna alzarsi il mattino per andare ad aprire il proprio negozio? Proprio come un ferramenta od un negozio di abbigliamento?

 

Il fine di ogni attività non è quella di “portare a casa uno stipendio” a fine mese? Chi gestisce una sala da gioco non fa gli stessi sacrifici di chi gestisce un bar, che non ha installato apparecchiature da intrattenimento, ma che vende “a ciclo continuo” SuperEnalotto e Gratta&Vinci, Lotto e scommesse? Ogni lavoro, quindi, compiuto in modo onesto dovrebbe godere del rispetto di tutta la comunità e gli imprenditori del gioco sono forse quelli che maggiormente sono sottoposti a “vessazioni” da parte del Governo con continui aumenti di tasse, restrizioni ed orpelli che scaturiscono “sempre di più” dalle menti che ci governano e che sembra non abbiano altro scopo che quello di “tartassare il gioco”, però godendone… i frutti.

 

Quindi, cosa si può imputare al mondo-gioco ed ai casino online? Le conseguenze del gioco problematico sono una di quelle conseguenze che sono “sbandierate” da chi di dovere, ma gli stessi “sbandieratori” non si ricordano le campagne effettuate contro l’alcool, contro la droga, contro il fumo? Nessuna di queste manifestazioni suscitava o suscita così tanto scalpore come le “crociate” contro il mondo del gioco che, ahimè, ormai è stato eletto a”piaga del secolo” e sarà una “denominazione” diffiicle da togliersi di dosso se ognuno di noi non fa un passo indietro e tanti passi avanti per vedere anche qualcosa di positivo in questo mondo, politici compresi.

 

Ovviamente, la libertà di scelta, sia per gli imprenditori che per coloro che si avvicinano al mondo del gioco d’azzardo, equivale a libero arbitrio e va al di là di ciò che la legge può impedire o limitare: anche se indubbiamente è utopistico che tutti pensino allo stesso modo, mentre sarebbe indispensabile che ognuno rispetti sempre e comunque il “proprio vicino” e cerchi di capirne le eventuali scelte che intraprende, sin tanto che queste non interferiscono nella “altrui” vita. Rispetto è un termine che deve ritornare ad essere usato, sopratutto dai politicanti che di rispetto per noi cittadini ne hanno, a volte, assai pochino.